testi critici  >  torna indietro

Caterina Nobiloni
L’inquinamento del XXI secolo

La ricerca artistica di Minou Amirsoleimani è, da qualche tempo, tutta volta alla scansione, alla suddivisione, e alla “elencazione” dello spazio che divide, in questo modo, un elemento da plasmare e dominare, esattamente come ogni altro materiale a disposizione dell’artista. Le citate origini mediorientale sono presenti in quando e nella misura in cui, nella sua produzione, si avverte un certo distacco dalla contingenza, retaggio di una visione meno incentrato sull’ego.
Inquinamento del XXI secolo – per l’acqua che vive ogni cosa riflette la visione caustica e senza appello attraverso la quale Minou Amirsoleimani osserva lo stato attuale dei fatti. Le ventuno scodelline di piombo, con la stagnate e misera acqua che contengono, altro non sono che l’impossibile e desolato microcosmo nel quale ognuno di noi rischia di ritrovarsi, come un’ombra pallida che tenta un ultima flebile guizzo da pesciolino (rosso) morente.